Dove liberare tartarughe d’acqua dolce? TartaRescue

Le tue tartarughe sono cresciute troppo e ora ti stai chiedendo “dove liberare tartarughe d’acqua dolce?“. Vorresti regalarle una vita in libertà in un grosso spazio aperto con piante fiori e pesci? Lo sappiamo, vedere un animale chiuso in un piccolo acquario non è mai bello.

Tuttavia devi sapere che liberare le tartarughe acquatiche in natura è un reato, e inoltre la maggior parte delle specie non sopravvivono. Se stai cercando un posto dove portare le tue tartarughe, abbiamo realizzato un programma di adozioni e ritiri, puoi contattarci alla mail tartarescue@gmail.com

dove lasciare tartaruga d'acqua

Dove liberare tartarughe d’acqua dolce? Perché non si possono rilasciare in natura

Come è successo per le tartarughe dalle orecchie gialle, il rischi ambientali legati al rilascio delle tartarughe in natura sono enormi. In particolare, l’abbandono (perché di questo stiamo parlando) delle tartarughe in natura, causa:

  • Competizione tra le specie per le limitate risorse dell’ecosistema.
  • Alterazione del comportamento e della biologia degli anfibi.
  • Diffusione di batteri e virus per i quali la fauna autoctona non ha difese immunitarie.
  • Morte delle tartarughe abbandonate a causa delle difficili condizioni ambientali rispetto all’areale di origine.

E tanti altri. Dunque se lasciare tartarughe d’acqua dolce in natura non è un opzione percorribile, dove si possono portare? Esistono molti centri di recupero o associazioni dedicate, io personalmente vi consiglio di contattare il progetto TartaRescue.

Dove liberare tartarughe d'acqua

Associazione per le adozioni delle tartarughe d’acqua dolce

TartaRescue è il progetto nazionale dell’associazione APAE che aiuta i proprietari delle tartarughe acquatiche (o terrestri) nella ricerca di una nuova collocazione adeguata e persegue diversi progetti sociali e ambientali al fine di risolvere i problemi legati a questi rettili. Nello specifico il progetto è attivo con i due servizi:

  • Ritiro tartarughe con conseguente inserimento in laghetti e adozione diretta verso appassionati selezionati con laghetti esterni.
  • Ricollocamento a distanza tramite la ricerca di appassionati che si prendano cura delle tartarughe in cerca di casa. In questo caso non è prevista l’entrata nelle strutture del progetto TartaRescue.

Il progetto è attivo solo su Milano e Roma, per portare la tua tartaruga d’acqua dolce in uno dei nostri laghetti contattaci alla mail tartarescue@gmail.com

Tenere una tartaruga d’acqua dolce può non essere difficile come pensi se vengono impiegati i giusti strumenti come un filtro esterno e una vasca delle giuste dimensioni. All’interno del libro di tartaguida troverai tutte le informazioni necessarie (anche le più economiche) per gestire questi rettili.

Come funziona il progetto di recupero tartarughe TartaRescue? E cosa si intende per adozioni

Il progetto di accoglienza tartarughe “TartaRescue” funziona grazie al ricollocamento (adozione diretta) dei rettili acquatici presso nuovi proprietari selezionati che garantiscano alle tartarughe una vita all’aperto in laghetti strutturati specifici per la specie.

Il progetto negli anni ha ricollocato tantissimi esemplari con successo, sia delle specie più comuni in commercio, sia per quelle esotiche (estremamente longeve e richiedenti competenze specifiche).

Per contattarci puoi anche compilare il seguente modulo di contatto:

Di seguito le risposte alle domande comuni sull’associazione:

TartaRescue lavora anche su tartarughe di specie particolarmente esotiche?

Sebbene il progetto TartaRescue sia incentrato sulle specie maggiormente commercializzate, il nostro staff iper competente nella materia spesso si impegna anche nel ricollocamento di specie di tartarughe esotiche.

Perché dovremmo darvi una donazione?

Fino a che il vostro animale non viene adottato, resta con noi (in caso di mancata adozione resterà con noi), e dunque lo manteniamo, ma la vostra tartaruga serve ad aiutare anche le altre attraverso i progetti “Tartarescue in Melegnano”, ” un laghetto a comune” e “Piano B per le Trachemys” che con la donazione finanziate.

Cosa rischio se abbandono una tartaruga in natura?

Oltre al danno ambientale, chi abbandona una tartaruga acquatica è punito con l’arresto fino a un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Fonte: Bluvet.it

Una tartaruga che ha sempre vissuto in casa ha problemi ad essere introdotta in spazi esterni?

Ogni proprietario gestisce in modo differente le sue tartarughe, TartaRescue chiede sempre di compilare il questionario ritiri ai vecchi proprietari, così da poter impostare un periodo di ambientamento efficace per le tartarughe acquatiche.

Come riconosco la mia tartaruga o come posso identificarla per chiedervi le foto?

Ogni tartaruga acquatica che entra nel progetto TartaRescue ha un numero identificativo. Viene quindi affidato un numero all’animale, che la identifica. Questo numero viene sempre comunicato all’ex proprietario che può chiedere informazioni in merito al suo animale identificandolo facilmente, anche post adozione.

dove liberare tartaruga d'acqua dolce

Animali Esotici Miano è il più vasto e completo blog dedicato ai rettili e agli animali esotici fin dal 2019, Su AnimaliEsoticiMilano potete trovare notizie ed informazioni nell'ambito degli acquari, tartarughe acquatiche, testuggini terrestri, gechi, camaleonti, pogone, axolotl, rane... guide tecniche, fotografie, recensioni, news ed approfondimenti, su tecnica, biologia, ed eventi. TartaGuida è anche su tutti i social network, con oltre 10 libri pubblicati e la partecipazione a progetti ambientali, sociali e commerciali per la divulgazione delle corrette linee guida in ambito animali esotici e acquatici.

You may also like...

2 Responses

  1. Augusta Pagliari ha detto:

    Possiedo da 30 anni o poco più due tartarughe maschi acquatiche. Ho difficoltà a gestirle ancora e chiedo dove poterle portare o se Lei è interessato a riceverle. La ringrazio. Abito a Sondrio Via Trieste,27.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *