Letargo tartarughe di terra: come fare?

Siamo a dicembre e letargo tartarughe di terra è diventata una delle parole più cercate dagli appassionati e allevatori più screpolosi; che vogliono essere sicuri che la loro tartaruga da terra arrivi sana alla stagione primaverile.

Il consiglio più grande che posso darvi è quello di non preoccuparvi troppo per il letargo; di seguire attentamente la guida ma considerare il letargo come una fase del ciclo biologico naturale delle tartarughe.

Vi lascio il mio video su youtube dove spiego attentamente cosa fare in preparazione al letargo per le tartarughe di terra:

Che cos’è il letargo per le tartarughe di terra?

Il letargo per le tartarughe terrestri è una strategia di adattamento ai nostri climi evoluta e sviluppatasi in 200 milioni di anni, che permette alla tartaruga di sopravvivere a temperature critiche per il suo metabolismo.

Una tartaruga per funzionare correttamente dovrebbe stare in un range termico dalle 15° alle 25°c ; il letargo e l’estivazione entrano in gioco quando le temperature si abbassano o al contrario si alzano.

Durante il letargo la tartaruga di terra rallenterà il suo metabolismo fino a compiere 4 battiti cardiaci al minuto!

letargo tartarughe di terra

Letargo tartarughe quanto dura?

Il letargo delle tartarughe terrestri combacia con il cambiamento stagionale delle temperature, è impossibile dare date precise anche perchè variano dal clima della vostra regione.

Indicativamente l’entrata in letargo avverrà verso i primi di novembre e il risveglio combacerà con il mese di aprile.

Letargo tartarughe di terra: chi può farlo?

Sfatiamo subito il mito che le tartarughe terrestri del primo anno non possano fare il letargo, chi salta il letargo lo dovrebbe fare per motivi di salute come sottopeso o malattie gravi o impossibilità di avere una zona adatta ad esso.

Per toglierci ogni dubbio consigliamo sempre di fare una visita dal veterinario pre e post letargo cos’ potrete valutare insieme se è il caso di mandare le vostre tartarughe in letargo durante l’inverno.

Ovviamente non tutte le specie di tartarughe terrestri fanno il letargo, solo quelle originarie di climi temperati umidi hanno sviluppato questa capacità; non possiamo infatti indurre in letargo con specie equatoriali, africane, australiane e persino Sud Americane.

letargo tartarughe di terra

Alternativa al letargo per le tartarughe

E’ Dimostrato che le tartarughe che fanno il letargo vivono più a lungo; perchè? E’ normale in realtà! Basta immaginarci 4 mesi all’anno in ibernazione, è normale che il nostro metabolismo si fermi e non si deteriori.

E’ inoltre consigliato il letargo come fase del ciclo vitale delle tartarughe terrestri per favorire la riproduzione primaverile.

In caso il vostro veterinario vi consigli di evitarlo per problematiche di salute o stabulazione è opportuno allestire un terrario in casa completo di lampada spot e uvb; attenzione questa stabulazione è più pericolosa del targo stesso!

Preparazione al letargo

Le tartarughe che entreranno in letargo avranno bisogno di aver seguito una giusta dieta durante tutto l’anno, non manderemo in letargo tartarughe sottopeso, a questo punto 3/4 settimane prima dell’ inizio di novembre inizieremo col negar loro il cibo.

lo faremo per evitare che il cibo che viene mangiato non finisca la digestione rimanga quindi a marcire nel tratto intestinale fino al risveglio, provocando serie complicazioni.

A questo punto non ci resta che allestire un riparo, casetta o nascondiglio per le tartarughe di terra:

  • Casetta in legno: se stabuli le tartarughe di terra in un recinto puoi costruire una casetta in legno con tettoia spiovente per permettere alle tartarughe di trovare un luogo sicuro e riparato dove affrontare l’inverno.
  • Casetta e tettoia con i mattoni: puoi anche coprire una parte del recinto con una tettoia sostenuta dai mattoni
  • Se le tue tartarughe girano libere per il giardino non preoccuparti! troveranno da sole il posto dove fare il letargo a patto che siano direttamente a contatto con la terra e non con mattonelle o cemento.

La stabulazione durante il letargo

Durante il letargo provvederemo a riempire il riparo delle nostre tartarughe terrestri dapprima con uno strato di foglie secche (isolante termico naturale) e successivamente dopo i primi freddi con paglia.

In questo modo la nostra tartaruga di terra non avrà problemi a completare il letargo anche a temperature esterne al range ideale di: 3 e 10 °C

tartarugeh di terra letargo

Differenze climatiche tra nord e sud Italia per il letargo:

Il letargo delle tartarughe di terra può variare tra nord e Sud Italia, infatti al nord le temperature più rigide ci porteranno a coprire completamente la tartaruga con foglie secche e paglia e a non vederle per tutta la durata del letargo. Al contrario al sud il letargo è di solito più tranquillo e le tartarughe nelle giornate più calde tendono ad uscire dal loro riparo, in queste zone possiamo anche non coprirle con lo strato di paglia.

Il risveglio delle tartarughe dal letargo

Se abbiamo fornito un adeguato riparo alle tartarughe di terra in primavera le rivedremo attive naturalmente in giardino, possiamo tronare ad alimentarle solamente se le temperature calde si sono stabilizzate.

Consiglio sempre di fare un bagnetto con acqua calda e camomilla per pulire il carapace e visionare eventuali micosi o batteriosi oltre a riattivare il metabolismo.

Il letargo è anche un’occasione per fornire alle tartarughe un alimentazione sempre più varia durante la nuova stagione.

Leggi anche: che cosa mangiano le tartarughe di terra

Faq e risposte utili sul letargo delle tartarughe terrestri

Posso far fare il letargo alle tartarughe di terra in balcone?

  • No! il letargo per le tartarughe terrestri può essere effettuato in ottime condizioni solo in giardino, è sconsigliato esporre le tartarughe alle temperature e ai venti dei balconi soprattutto in nord Italia.

Posso allestire un box per il letargo delle tartarughe di terra?

  • Si! a patto che sia aperto sul lato a contatto con la terra del giardino e sia ricoperto di foglie secche e successivamente di paglia, il legno è un materiale isolante da considerare durante la costruzione dello stesso. E’ inoltre opportuno fornire anche un uscita dal box e rispettare i parametri di aereazione.

Posso fare un semi letargo in casa per le tartarughe di terra?

  • Il semi letargo casalingo consiste nel tenere le tartarughe alle temperature di casa senza le dovute lampade, in questo caso le tartarughe continueranno la loro attività senza mangiare e produrre energia. In questo caso gli scompensi vitaminici e di peso si svilupperanno in fretta in correlazione a malattie come l’ipovitaminosi A e nei casi più gravi anche la MOM. Oltre ad essere sconsigliato è anche un metodo di stabulazione errato che spesso porta le tartarughe a morte certa!