Terrario per tartarughe di terra – allestimento

Se stai leggendo questo articolo è perchè vuoi costruire un terrario per tartarughe di terra.

In questo articolo troverai una guida alle tartarughe terrestri che ti informerà sui parametri generali di allevamento e stabulazione.

Attenzione! Ogni specie di tartaruga ha le sue particolari esigenze di stabulazione; questa guida è generica e i parametri di stabulazione si riferiscono alle testudo heremanni, marginata,horsfieldi e grachea.

terrario per tartarughe di terra

Terrario per tartarughe di terra: perchè?

Se avete letto il mio precedente articolo sul letargo delle tartarughe di terra saprete che la stabulazione in terrario è sconsigliata, quando? sempre! Il miglior modo se non forse l’unico per allevare le tartarughe è in giardino, costruendo un apio recinto che possa ospitarle tutto l’anno.

Ovviamente ogni caso differisce da un altro; potreste avere necessità di allestire un terrario tartarughe di terra per un mancato letargo, quarantene o impossibilità di allevare le tartarughe terrestri all’aperto.

Terrario per tartarughe terrestri: guida all’allestimento

Fatta chiarezza sull’utilizzo del terrario tartarughe terra possiamo procedere con la nostra spiegazione o guida all’allestimento della nuova dimora.

Il primo step che dovremmo prendere in considerazione sarà il terrario come struttura che ospiterà la tartaruga, le soluzioni sono molte e differiscono per efficienza, temperatura e costi:

  • il terrario in vetro può essere una soluzione adatta all’allevamento della tartaruga di terra in casa soprattutto se baby (entro i 3 anni di vita); ha ottime capacità isolanti, dunque mantenere la giusta temperatura non sarà difficile.
  • il terrario tartaruga in legno è un’altra opzione, differisce dal terrario in vetro per la sua maggior capacità di isolante termico; tuttavia dovremmo assicurarci che siano presenti i giusti fori per l’aereazione. Soprattutto se sceglieremo una soluzione “fai da te“.
  • Le gabbie o i recinti per conigli possono sostituire le teche in vetro e legno con ottimi risultati, sono più economiche ma allo stesso tempo disperdono molto il calore. Dovremmo avere l’accortezza di riuscire a fornir loro le giuste fonti di calore. Ed eventualmente il tappetino riscaldante sostituirà la lampada spot (riscaldante) per permettere alla tartaruga di giovare del calore anche durante le ore notturne.

Questi sono i link dei prodotti utili per il terrario delle tartarughe terrestri:

Terrario in legno

Terrari per tartarughe in vetro

Recinto in metallo

Illuminazione e lampadeTerrario Tartarughe da terra

Ora che abbiamo provveduto a fornire una struttura al nostro terrario per tartarughe da terra dobbiamo provvedere all’acquisto delle 2 lampade.

La confusione per i neofiti è tanta (forse troppa) e spesso si tende ad acquistare prodotti scadenti dalla dubbia efficacia.

Capiamo quindi quali sono le lampade per le tartarughe di terra essenziali e perchè lo sono:

  • La lampada spot o lampada riscaldante per rettili: serve a fornire e a mantenere la giusta temperatura all’interno del terrario; può essere staccata solo d’estate a patto che le temperature rimangano negli standard. Le temperature che dovremmo avere nel terrario di giorno sono di 26°c nella zona più calda e minimo 20° in quella più fredda. Di notte tutto cambia con minimi di 18°-19°c.
  • il termostato è un accessorio indispensabile in questo caso poichè ci permette di far accendere e spegnere la lampada in base alla temperatura del terrario. Dunque una sonda registrerà la temperatura e appena si abbassa sotto la stessa da voi impostata invierà l’impulso alla lampadina di accendersi (il tutto automatizzato).
  • La lampada uvb è la nostra alleata per permettere alle nostre tartarughe di terra di crescere forti e senza deformazioni; tuttavia una lampada uvb di qualità non costa poco. Valuteremo il wattaggio della lampadina a seconda della grandezza del terrario e al contrario della spot questa lampada rimarrà accesa in continuo 8 ore al giorno.

Ecco i prodotti utili per l’illuminazione del terrario per tartarughe di terra:

Lampada uvb

Lampada spot

Portalampada

Il testo continua sotto gli annunci (scorri se stai guardando da telefono)

Termostato rettili

Tappetino riscaldante

Lampada in ceramica (calore senza luce)

terrario tartarughe di terra

Il substrato per tartarughe terrestri

Siamo giunti alla descrizione del substrato per il terrario delle tartarughe terrestri, a tal proposito il substrato (in inglese bedding o lettiera) perfetto non esiste! Ogni tipologia ha i suoi pro e i suoi contro, tuttavia possiamo selezionare comunque i migliori:

  • fibra di cocco: è di sicuro il miglior substrato per le tartarughiere di terra poichè il cocco in polvere garantisce una morbida superficie di appoggio, la consistenza terrosa permette eventuali interramenti e la capacità assorbente è ottima; tuttavia da cambiare può risultare un po scomodo.
  • Scaglie per rettili in legno: risultano essere molto scomode nella pulizia e non sono molto adatte come substrato per le tartarughe.
  • Paglia e fieno: come substrato generico sono inadatte ma risultano essere utili se posizionate all’intenro della tana notturna.
  • Segatura: la segatura per criceti è abolita! E’forse il peggior materiale che si potrebbe scegliere come substrato per i rettili.

I prodotti utili come substrato per le tartarughe sono:

Allestire il terrario per le tartarughe di terra

Per allestire il terrario delle tartarughe di terra dovremmo considerare che questi animali adorano camminare a lungo e arredi troppo invasivi risulterebbero oltre che scomodi anche d’intralcio alle loro abitudini.

Per aumentare il benessere animale inseriremo una casetta o un riparo per permettere alle tartarughe terrestri di trovare un riparo nelle ore notturne, al suo interno potremo inserire paglia e fieno.

Dopodichè gli unici arredi essenziali sono la ciotola del cibo e quella dell’acqua, possiamo comodamente usare due sottovasi da giardino e mantenerli puliti periodicamente.

Leggi anche che cosa mangiano le tartarughe di terra?

Conclusioni e consigli

Le tartarughe di terra risultano sempre insofferenti all’interno delle teche e dei terrari, è per questo buona norma allevarle all’aperto in recinti strutturati. Tuttavia molte specie come le geochelone sulcata, elegants e carbonaria e tutte le specie provenienti dall’africa e australia non effettuando letargo andrebbero incontro alla morte se lasciate fuori tutto l’anno.

Queste sono le regole generali per allestire le tartarughiere da terra, per qualsiasi domanda o chiarimento non vi resta che scrivermi su intagram @tartaguida

Allevatore di animali esotici e appassionato di acquari ho creato il mio portale online per fornire le informazioni necessarie all'allevamento di rettili, anfibi e animali esotici. Diplomato in gestione dell'ambiente e del territorio mi batto per contrastare i pregiudizi e le notizie non verificate sugli exotic pets

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *