Terrario per gechi leopardini: allestimento

TartaGenius! Oggi parliamo di come costruire e allestire il terrario per gechi leopardini.

Dovete sapere che questi rettili non necessitano di molto spazio (rispetto ad altri rettili esotici ), infatti le misure minime per la teca sono 40×40 o meglio 40×60 cm.

Tra le tipologie di geco leopardino terrario la migliore è di sicuro un terrario in vetro o in legno, con sfondo in 3d per chi concepisce le teca come un elemento estetico della casa e allo stesso modo volesse stabulare il proprio geco all’interno di habitat il più simile possibile a quello naturale.

terrario per gechi leopardini
teca per geco leopardino

Se non hai tempo di leggere questo articolo sui gechi ascolta il riassunto su spotify: TartaGuida Podcast e Guide sugli animali esotici.

Terrario per gechi leopardini: il substrato

Come substrato per i gechi leopardini possiamo usare:

  • Scottecs: è una soluzione comoda e pulita (anche molto economica) che vi permetterà di tenere sempre pulita la teca dove vive il geco leopardino. Sebbene risulti poco estetica ad oggi è molto usata sopratutto per gli esemplari più piccoli.
  • Fibra di cocco: a parer mio è il compromesso migliore tra igene ed estetica, inoltre mantiene l’umidità a lungo nella zona della tana fredda e permette al geco di scavare per creare dei ripari naturali.
  • Sabbia: sconsiglio la sabbia per quanto sia bella e naturale, risulta essere molto scomoda nelle fasi di pulizia e il rischio che il geco la ingerisca durante la caccia è alto.

Approfondisco le caratteristiche del terrari per gechi leopardini in questo video:

teca per geco leopardino

Terrario per gechi leopardini: tane e allestimenti

Nel terrario dei gechi leopardini andremo ad inserire due tane in due diverse zone del terrario, questo serve per dare la possibilità al geco di termoregolarsi oltre che andare a scegliere la zona con la temperatura più adatta a lui:

  • La zona calda, sarà riscaldata da un tappetino riscaldante e avrà una tana a se, che permetterà al geco di termoregolarsi.
  • Al contrario la zona fredda sarà inumidita giornalmente per permettere al geco di trovare un ambiente umido all interno del terrario dove poter completare correttamente la muta.

Come allestimenti per il terrario del geco leopardino possiamo usare, oltre alle due tane, cortecce di sughero, rami e pietre non taglienti per ricreare un ambiente più naturale.

Le tane geco leopardo possono essere realizzate con:

  • apposite tane per rettili
  • tane per roditori
  • guscio di cocco
  • arredi per acquari
  • pietre e rami

Vi lascio i link diretti alle tane più valide che ho trovato su amazon:

Sono un elemento chiave del terrario poichè il geco trascorrerà la maggior parte delle ore diurne al loro interno. Inoltre è possibile inserire tane costruite appositamente per gechi leopardo, ad esempio quelle totalmente chiuse con un solo foro di apertura.

Lampade per geco leopardino

Esistono molte scuole di pensiero sulle lampade per il geco leopardino, siamo tutti d’accordo che il tappetino riscaldante sia essenziale e vada a sostituire la lampada spot.

Per quanto riguarda la lampada uvb invece, le opzioni sono due:

  • la prima scuola dice non è essenziale vista la natura notturna del geco, in natura non assimilirebbe i raggi uvb e riprorglieli in cattività sarebbe uno spreco, o comunque superflui.
  • Al contrario la seconda scuola inserisce comunque la lampada uvb per favorire il corretto funzionamento del calcio.

Tartagenius personalmente non mi sbilancio su nessuna delle due soluzioni, ma posso dirvi con la mia esperienza che anche senza lampade uvb i gechi leopardini crescono sani e forti, tuttavia se un padrone scrupoloso la volesse inserire di certo non guasterebbe.

Tra le lampade per gechi leopardini avete diverse soluzioni:

Lampada uvb (calcio)

spot (riscalda)

Lampada GLO (spot+uvb) attenzione speciale portalampada

Riscaldamento terrario per geco leopardino

Da tenere in considerazione per il riscaldamento del terrario per il geco leopardino l’acquisto di un termostato che andrà a bloccare il tappetino riscaldante alla temepratura di soglia massima che noi gli indicheremo; infatti utilizzeremo un tappetino riscaldante o un cavo riscaldante collegato ad un termostato per scaldare la zona calda del terrario.

Dovremo mantenere un range di temperature per il geco leopardino tra i 25 e i 32°C misurabile facilmente attraverso l’utilizzo di un termometro con sonda per terrari.

Le ciotole per gechi

Nel terrario andranno poi posizionate 2 ciotole:

  • una ciotola conterrà tarme della farina e gli alimenti animali che andrete a somministrargli.
  • la seconda invece conterrà acqua, che andrete periodicamente a sostituire con acqua piu fresca.
  • in aggiunta con un tappo di bottiglia è bene fornire ai gechi del calcio non specifico (senza d3) che andrà ad essere consumato se il geco ne sentisse il bisogno.

Da non sottovalutare l’importanza della ciotola dell’acqua; sebbene i gechi leopardini siano animali provenienti da ambienti aridi in cattività devono avere la possibilità di poter bere a piacimento.

terrario per gechi leopardini amazon
Link prodotti consigliati e utilizzati da TartaGuida, marche selezionate e prodotti adatti sopratutto ai neofiti:
terrario per gechi leopardini
tana umida
ciotole
fibra di cocco

Tartagenius anche per questa guida sulla teca geco è tutto, vi ricordo che se cercate dei gechi leopardini disponibili a Milano potete contattarmi cliccando qui

Per qualsiasi altra domanda sull’allevamento geco leopardino non esitate a contattarmi su instagram, facebook e whatsapp.

Allevatore di animali esotici e appassionato di acquari ho creato il mio portale online per fornire le informazioni necessarie all'allevamento di rettili, anfibi e animali esotici. Diplomato in gestione dell'ambiente e del territorio mi batto per contrastare i pregiudizi e le notizie non verificate sugli exotic pets

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *