Tartaruga geometrica: Psammobates geometricus salvata dall’estinzione

tartarescue

In collaborazione con Tarta Club Italia e Italian Gekko Association: la tartaruga geometrica salvata dall’estinzione. Grazie all’iniziativa di turtle conservancy di acquistare 865 acri di terra in Sud Africa 900 degli ultimi 1000 esemplari di Psammobates geometricus potranno continuare a vivere; all’interno del loro parco. In particolare le principali cause che hanno portato alla drastica diminuzione di questa specie derivano dalla conversione dei territori (che ne componevano l’habitat) in terreni agricoli; destinati all’agricoltura intensiva. All’interno dell’articolo fonte è citato un importante incendio avvenuto nel 2015 che ha quasi sterminato le popolazioni selvatica.

Tartaruga Geometrica, Psammobates geometricus
In foto esemplare di Psammobates geometricus

Tartaruga geometrica e i progetti di conservazione, monitoraggio e controllo

L’habitat fedele al suo areale di orgine è arbustivo e fa riferimento all’angolo sud-occidentale della provincia del Capo Occidentale Africano. Inoltre i principali metodi di conservazione prevedono la recinzione dell’intera area acquistata dal turtle conservancy al fine di:

  • Proteggere le tartarughe geometriche dalle strade.
  • Tenere al di fuori cani selvatici, bovini e potenziali bracconieri.
  • Eliminare le piante invasive di acacia che soffocano i vegetali di cui si nutre la tartaruga geometrica.

Progetti futuri per la conservazione

L’organizzazione auspica alla creazione di corridoi naturali protetti che permettano alle tartarughe di raggiungere altre popolazioni. Il principale vantaggio è di mantenere la specie sana evitando il formarsi di popolazioni isolate.

Tutte le news sugli animali esotici e il mondo della terrariofilia/acquariologia clicca qui

Allo stesso modo alcuni esemplari di tartaruga geometrica sono allevati anche in cattività; (in strutture sicure) con lo scopo ultimo della reintroduzione in natura.

Tartaruga geometrica

In conclusione il lavoro svolto è ammirevole e degno di nota: pensate che per identificare le popolazioni di tartarughe utilizzano cani addestrati allo scopo in spedizioni dedicate. Sicuramente tornerò a parlarvi di questi progetti anche grazie all’impegno di Chiara Lorenzetti (Tarta Club Italia) ed Emanuele Scanarini (Italian Gekko Association) nel segnalarmeli a scopo divulgativo.

Per scoprire di più sull’organizzazione e i progetti di turtleconservancy clicca qui

Per altri contenuti e notizie sugli animali esotici seguimi su instagram @tartaguida

Spazio sponsor:

Insetti da pasto per rettili di alta qualità: scopri la qualità Italiana di ICF clicca qui

Animali Esotici Miano è il più vasto e completo blog dedicato ai rettili e agli animali esotici fin dal 2019, Su AnimaliEsoticiMilano potete trovare notizie ed informazioni nell'ambito degli acquari, tartarughe acquatiche, testuggini terrestri, gechi, camaleonti, pogone, axolotl, rane... guide tecniche, fotografie, recensioni, news ed approfondimenti, su tecnica, biologia, ed eventi. TartaGuida è anche su tutti i social network, con oltre 10 libri pubblicati e la partecipazione a progetti ambientali, sociali e commerciali per la divulgazione delle corrette linee guida in ambito animali esotici e acquatici.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *