Tartarughe d’acqua specie: guida al riconoscimento delle esotiche

Esiste un modo per riconoscere le tartarughe d’acqua specie? Soprattutto tra i meno esperti è comune non riuscire a identificare o riconoscere le specie delle proprie tartarughe acquatiche. Le differenze non spesso così semplici da individuare e le guide online sull’argomento spesso sono scarse.

Prima di spiegarti come riconoscere la specie della tua tartaruga d’acqua dolce ti consiglio la lettura di questo libro:

libro tartarughe d'acqua dolce

Manuale Guida alle tartarughe acquatiche

24,96eur

Libro guida completo sulle tartarughe acquatiche: come si tengono, l’alimentazione, le diverse specie, riproduzione e gestione in cattività… clicca qui e vai ad amazon

Hai trovato una tartaruga d’acqua e vuoi scoprire di che specie si tratta? Scarica la guida gratuita in PDF per il riconoscimento delle tartarughe acquatiche.

Riconoscere le tartarughe d’acqua specie in commercio

Per riconoscere la specie della tua tartaruga, iniziamo con il capire che probabilmente si tratta di una delle più comuni in commercio: Mauremys sinensis, Mauremys reevesi, Graptemys, Pseudemys o Stenrotherus… Queste specie sono le più comuni, ma ad ogni modo ne esistono anche di più esotiche o “rare” come le Chelus fimbriatus, la Pelomedusa subrufa, l’Apalone ferox, l’Emydura subglobosa

Di seguito vediamo nell’info grafica le diverse specie e la crescita massima del carapace:

tartarughe d'acqua specie

Già da questa grafica dovresti essere riuscito ad identificare la specie della tua tartaruga acquatica. Ad ogni modo devi sapere che ogni specie ha esigenze diverse. I parametri di temperatura, ambiente, luci, alimentazione… differiscono sostanzialmente. Quindi prima di acquistarne una è bene informarsi preventivamente sulle dimensioni che raggiungerà da adulta e sulla possibilità di tenerle all’esterno in laghetto. Non lo sapevi? Non tutte le specie possono fare il letargo! In particolare quelle provenienti dall’Australia, dal Sud America e dall’Africa devono essere riscaldate per tutto l’anno.

Specie tartarughe acquatiche letargo

Tartarughe d’acqua specie: lista completa

Prima di partire con la lista completa delle specie di tartarughe d’acqua dolce, identifichiamo le specie autoctone italiane; ovvero la Emys orbicularis e la Emys trinacris. Queste due specie sono endemiche del nostro terriotorio. Puoi approfondire cliccando qui

Ecco la lista completa delle specie di tartarughe acquatiche:

Famiglia Chelydridae

  • Chelydra serpentina (vendita illegale in Italia, è inserita nella lista degli animali pericolosi)

Famiglia Emydidae (o emidi)

  • Clemmys guttata (Nord america)
  • Emys orbicularis (Europa)
  • Emys trinacris (Europa)
  • Chrysemys picta (Nord america)
  • Graptemys spp. (significa tutte le sottospecie, Nordamerica)
  • Malaclemys terrapin spp. o diamondback turtle (Nord america)
  • Pseudemys spp. (Nord america)
  • Trachemys spp. (Nord e centro america) (Le sottospecie scripta scripta e scripta elegans sono inserite nella legge degli animali invasivi del 2018 e non possono essere commercializzate).

Famiglia Platysternidae 

  • Platysternon megacephalum

Famiglia Carettochelyidae

  • Carettochelys insculpta

Famiglia Trionychidae (o tartarughe dal guscio molle)

  • Apalone spp. (Nord america)
  • Chitra spp. (Asia, queste specie sono tra le più grandi acquatiche del mondo)
  • Cyclanorbis spp.
  • Cycloderma spp.
  • Dogania subplana
  • Lissemys spp.
  • Nilssonia spp.
  • Palea steindachneri
  • Pelochelys spp.
  • Pelodiscus spp. (articolo approfondimento sulla P. sinensis clicca qui)
  • Rafetus spp.
  • Trionix spp.

Famiglia Kinosternidae

  • Kninosternon spp.
  • Sternotherus carinatus
  • S. odoratus
  • Sternotherus spp
  • Claudius angustatus

Famiglia Chelidae 

  • Chelodina longicollis
  • Chelodina spp.
  • Chelus fimbriatus (Tartaruga mata mata, clicca qui e vai al manuale dedicato)
  • Chelus orinocensis (Clicca qui e vai all’articolo per riconoscere la sottospecie)
  • Elseya spp.
  • Emydura subglobosa
  • Emydura spp.
  • Mesoclemmys spp.
  • Hydromedusa spp.
  • Myuchelys spp.
  • Phrynops spp.
  • Platemys platycephaia
  • Rheodytes

Famiglia Pelomedusidae

  • Pelomedusa subrufa (Africa)
  • Pelomedusa spp.
  • Pelusios spp.

Famiglia Podocnemididae

  • Podocnemis spp

In generale questa è una lista delle specie di tartarughe acquatiche più comuni. Ne esistono tantissime e ogni famiglia è composta da diverse specie che si differenziano in sottospecie.

Tartaruga d’acqua specie: identificazione sottospecie

L’identificazione della sottospecie delle tartarughe acquatiche è spesso molto più complessa di quella di una specie. Abbiamo realizzato alcune info grafiche sulle specie più rilevanti.

identificazione sottospecie taratrughe

Sopra info grafica sull’identificazione della sottospecie di taratruga mata mata in particolare la differenza tra orinocensis e fimbriatus. Abbiamo trattato queste differenze tassonomiche anche nel manuale Guida alla tartaruga mata mata acquistabile qui

identificazione sottospecie malaclemys terrapin

Sopra info grafica sulle differenze delle sottospecie di Malaclemys terrapin o diamond back turtle.

Sopra identificazione delle sottospecie di Sternotherus.

riconoscimento specie graptemys

Sopra: identificazione delle sottospecie più comuni di Graptemys

Riconoscere tartaruga mauremys

Sopra identificazione tartarughe acquatiche delle specie Mauremys

riconoscere sottospecie Trachemys
riconoscere sottospecie Trachemys

Sopra info grafica per l’identificazione delle sottospecie di Trachemys

Animali Esotici Miano è il più vasto e completo blog dedicato ai rettili e agli animali esotici fin dal 2019, Su AnimaliEsoticiMilano potete trovare notizie ed informazioni nell'ambito degli acquari, tartarughe acquatiche, testuggini terrestri, gechi, camaleonti, pogone, axolotl, rane... guide tecniche, fotografie, recensioni, news ed approfondimenti, su tecnica, biologia, ed eventi. TartaGuida è anche su tutti i social network, con oltre 10 libri pubblicati e la partecipazione a progetti ambientali, sociali e commerciali per la divulgazione delle corrette linee guida in ambito animali esotici e acquatici.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *