Mauremys reevesi scheda allevamento riassuntiva

Mauremys reevesi scheda allevamento riassuntiva gratuita per il mantenimento in cattività delle tartarughe d’acqua dolce della specie asiatica (Ex Chinemys reevesi) o tartaruga cinese palustre tricarinata.

Dopo l’entrata nelle liste degli animali invasivi (con il conseguente divieto di commercio) delle Trachemys scripta, la Mauremys reevesi è diventata estremamente popolari nei negozi di animali. Ma attenzione, questa specie necessita di accortezze diverse rispetto alle M, sinensis o alle Nord Americane Pseudemys e Graptemys.

Mauremys reevesi come riconoscere rispetto alle tartarughe acquatiche:

Le Mauremys reevesi sono tartarughe acquatiche originarie del della sud-est della Cina (compresa anche la regione di Hong Kong) fino al Giappone, inclusa la repubblica cinese di Taiwan e le due Corea. In natura vive in ambienti semi acquatici come risaie inondate, piccoli ruscelli a lento flusso o plaudi temporanee durante la stagione delle piogge. Non sono abili nuotatrici prediligono la terra ferma e le zone fangose, rintanandosi spesso tra le radici delle piante o nel fango. Sono facilmente riconoscibili dalla forma del carapace e dalla colorazione marrone. Vuoi scoprire di più sulle altre sottospecie di Mauremys? Clicca qui e vai all’articolo sul riconoscimento

Mauremys reevesi scheda allevamento

Mauremys reevesi carattere e intelligenza

Le tartarughe Mauremys reevesi sono rettili semi acquatici molto particolari. Risultano in piena sintonia con l’ambiente circostante, sfruttando le piante semi emerse e la terra ferma, non sono timide nei confronti dell’uomo; soprattutto dopo che ne si “conquista la fiducia”. Difficilmente morde o è aggressiva, un carattere generale che sottolinea un estrema indole pacifica di questa specie, anche se il carattere varia da esemplare ad esemplare.

Difficilmente effettuano basking diurno, anche se sfruttano la zona emersa dell’acquario o del laghetto per camminare a lungo e termoregolarsi. Sono abili distruttrici di vegetali acquatici, coltivare nelle loro vasche piante galleggianti o da laghetto può essere molto difficile. Sono abili nella fuga, soprattutto se il laghetto non presenta zone d’ombra; o risulta troppo profondo per loro. Le Mauremys reevesi sono tartarughe che non si fanno problemi a fuggire oltre il laghetto e a interrarsi sotto siepi o prati . Il laghetto in giardino per questa specie dovrà necessariamente prevedere una zona con acqua bassa e ricca di legni e substrato, ma anche un ampia zona d’ombra.

Le tartarughe acquatiche si annoiano, sono rettili intelligenti che provano emozioni e instaurano legami e relazioni con i proprietari. Ti consigliamo di cambiare il set up dell’acquario o del laghetto una volta al mese, aggiungendo, spostando o rimuovendo elementi.

Queste specie adorano un substrato terroso/melmoso con una ricca varietà di piante, sulle quali si aggrappano e nascondono, da piccole necessitano di numerosi appigli per poter respirare e risparmiare energie. Sono frequenti i collassi in caso di inserimento in acque troppo profonde e in assenza di appigli. Questi animali risultano più attivi nelle ore notturne, soprattutto se stabulate all’aperto.

Mauremys reevesi libro

Acquario per Mauremys reevesi: dimensioni e arredi

L’allevamento in acquario di queste specie è possibile per tutta la durata della loro vita, anche grazie alle dimensioni relativamente ridotte che questa specie ha da adulta Data la loro capacità terricola si adattano molto bene anche alla vita in acquari commerciali, patto che si crei un’ampia zona emersa.

L’allevamento in acquario necessita comunque di diversi accorgimenti per non causare problemi agli animali dovuti alla mancanza del sole, del letargo o a spazi mal organizzati. La temperatura dell’acqua consigliata è tra i 20 e i 23°C, questo dato può variare, non è necessario che la temperatura dell’acqua rimanga sempre costante. La temperatura riportata si riferisce ad un periodo di attività, in realtà durante l’anno è necessario che la stessa vari in relazione al cambio stagionale.

Mauremys reevesi letargo e valori dell’acqua

In generale da Ottobre a Marzo le Mauremys reevesi (anche baby) dovrebbero effettuare letargo controllato in ambiente non riscaldato (mai in casa) per poi riprendere l’attività gradualmente da marzo fino a settembre.

Questa specie mal sopporta temperature sotto i 5°C durante il letargo in laghetto, dunque è consigliato per gli esemplari baby o per i proprietari del nord Italia, di effettuare un letargo controllato in box di polistirolo in locali non riscaldati.

Attenzione: un recente studio sulle M. reevesi ha dimostrato che questa specie soffre la presenza di Cadmio nell’acqua. In particolare la funzione renale aumenta in relazione all’esposizione. Leggi lo studio completo qui . Un altra ricerca ha dimostrato che lo stesso cadmio causa anche stress ossidativi al fegato.

Fonte: Dong A, Dong H, He H, Dong A, Yan J, Huo J. Effects of Cadmium on Kidney Function of the Freshwater Turtles Mauremys reevesii. Biol Trace Elem Res. 2023 Jun;201(6):3000-3005. doi: 10.1007/s12011-022-03397-y. Epub 2022 Aug 19. PMID: 35986187.

L’acquario dovrà offrire alle tartarughe un’altezza dell’acqua relativamente bassa rispetto a quella di altre specie; in generale dovrebbe essere pari ad almeno la lunghezza del carapace; ad ogni modo un gran numero di sassi, tronchi, ed arredi saranno necessari per evitare che la tartaruga si affatichi eccessivamente per respirare. L’acqua deve essere filtrata con un potente filtro esterno. Queste tartarughe sporcano parecchio l’acqua, dunque consiglio fin da subito di investire su filtri esterni sovradimensionati rispetto al litraggio della vasca.

Acquario per Mauremys reevesi

Una volta al mese è necessario il cambio di almeno il 20% dell’acqua, sfruttando un tubo e il principio dei vasi comunicanti andremo ad aspirare eventuali residui di cibo o feci fluttuanti. Il cambio d’acqua è necessario per evitare l’accumulo di sostanze azotate nell’acqua che potrebbero infastidire l’animale; ma anche per evitare che si sviluppino batteri o funghi indesiderati.

Un’ampia zona emersa è necessaria per l’allevamento di queste specie, in generale può essere ricreata in acquario con una grossa corteccia di sughero, oppure con la costruzione di una zona emersa rialzata con fibra di cocco e piante (l’ideale per questa specie).

mauremys reevesi acquario

Lampade necessarie per l’allevamento in acquario

Nell’acquario delle tartarughe sono necessarie due lampade per il corretto accrescimento : la prima è la lampada uvb di intensità al 5% posizionata sulla zona emersa e sopra (ma non dentro) la parte acquatica. La seconda è la lampada spot o riscaldante, che serve per riscaldare la zona emersa permettendo al rettile di termoregolarsi, quest’ultima deve essere posizionata ad una distanza tale da non ustionare il carapace delle tartarughe (15/20 cm dovrebbero bastare). In estate quest’ultima può essere spenta. La lampada uvb non ha una durata infinita, ogni 6 mesi è necessario cambiarla per mantenere la sua funzione.

Sulla zona emersa possiamo anche inserire muschio, sfagno e fibra di cocco per permettere alle Mauremys reevesi di interagire con l’ambiente emerso. Per questa specie consiglio zone emerse di almeno il 30/40% della superficie dell’acquario.

Per questa specie la zona emersa dovrebbe prevedere diverse temperature, questa specie si termoregola anche all’asciutto, dunque evitiamo lampade spot troppo potenti, un 25 watt dovrebbero bastare.

Libro Mauremys reevesi

Consigli utili per la gestione delle tartarughe Mauremys reevesi se non hai un giardino

Sconsigliamo l’uso di vaschette di plastica con palmetta. Questi accessori non permettono all’animale di avere i giusti spazi necessari per muoversi. Al contrario promuoviamo l’acquisto di mastelli plastici ad uso industriale, particolarmente adatti a questa specie che non necessità di acque alte. Di seguito qualche link dei mastelli consigliati:

Sotto foto di una Mauremys reevesi nel suo mastello esterno.

Laghetto Mauremys reevesi

Mauremys reevesi convivenza più esemplari o con altre specie

La convivenza delle Mauremys reevesi tra loro è possibile senza problemi, resta comunque necessario non far convivere esemplari baby con quelli adulti. Le Maurmeys r. non sono animali particolarmente territoriali o irruenti tra loro, tuttavia essendo una specie asiatica non possono convivere con altre specie che non provengano dallo stesso areale.

La convivenza con altre specie di tartarughe acquatiche è possibile sono nel caso delle Mauremys sinensis, ma è comunque sconsigliata soprattutto se siete alle prime armi. Da escludere a priori la convivenza con le Graptemys, con le Pseudemys e con le Trachemys scripta. Anche se originarie dello stesso continente è da evitare la convivenza con le Pelodiscus sinensis.

Gestione delle Mauremys reevesi in laghetti esterni

Una volta raggiunta la dimensione sub adulta è opportuno trasferire gli esemplari in un laghetto all’esterno. Viste le dimensioni di questa specie la profondità massima è di 40 cm con un fondo melmoso di almeno 5/10 cm.
Possono essere inserite piante galleggianti e sommerse, che servono alle tartarughe per nascondersi ma soprattutto per alimentarsi. E’ vivamente consigliato realizzare il laghetto in una zona con zone d’ombra, e scegliere una zona molto tranquilla e poco frequentata, questa specie soffre molto la luce pomeridiana estiva.

I laghetti devono necessariamente essere filtrati, questa specie di tartaruga acquatica è particolarmente soggetta a micosi e scud. Sarà quindi necessario l’inserimento di una pompa a immersione o di un filtro meccanico biologico nel laghetto.

Mauremys reevesi

Mauremys reevesi alimentazione

La Mauremys reevesi è una specie onnivora, gli alimenti consigliati sono: trifoglio, erba medica, tarassaco, cicorie varie, eadicchio rosso, rucola, lenticchie d’acqua, lattuga d’acqua e altre piante sommerse per la componente vegetale. E latterini, salmone, persico, trota e pellet specifici per la componente proteica.

Si consiglia l’inserimento di un osso di seppia come integratore per il calcio.

Vietata la frutta, cioccolato, biscotti, panna, cerali o alimenti umani lavorati industrialmente.

Mauremys reevesi

Legislazione e commercio

Attualmente la Mauremys reevesi non è in cites, dunque sono tutte di libera vendita e adozione. è una specie ancora poco riprodotta in Italia e gli esemplari in vendita sono per lo più importata dall’asia.

Edoardo Fivizzoli, TartaGuida

Riproduzione riservata

Allevatore di animali esotici e appassionato di acquari ho creato il mio portale online per fornire le informazioni necessarie all'allevamento di rettili, anfibi e animali esotici. Diplomato in gestione dell'ambiente e del territorio mi batto per contrastare i pregiudizi e le notizie non verificate sugli exotic pets

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *