Axolotl cosa mangiano?

Che cosa mangiano gli axolotl? ve lo siete mai chiesto? Se vi state avvicinando al mondo degli ambystoma mexicanum di sicuro starete cercando una guida sulla loro alimentazione. A tal proposito vi consiglio l’acquisto del manuale o guida completa sulla gestione della salamandra messicana: guida agli axolotl

axolotl cosa mangia

Cosa mangiano gli axolotl in natura

Gli axolotl in natura sono considerati predatori carnivori, si alimentano e cacciano principalmente prede vive acquatiche. Considerare l’axolotl come un animale tranquillo e innocente sarebbe un errore, queste salamandre sono molto voraci anche con i loro simili (non è rara la mutilazione delle zampe); è per questo d’obbligo l’allevamento in acquari monospecifici.

In natura le salamandre si nutrono principalmente di piccoli pesci di fiume, crostacei, molluschi, larve di insetti, invertebrati e anche della propria prole. Per quanto sembrino animali poco interattivi e statici dimostrano invece molto interesse per qualsiasi cosa si muova nelle loro vicinanze. Questo almeno avviene in natura nel Lago di Xochimilco in Messico dove le salamandre devono procacciarsi il cibo da sole.

Manuale allevamento axolotl

24$

se ti stai avvicinando al mondo degli axolotl e vuoi sapere come tenerli al meglio ti consiglio questo libro interamente dedicato a loro.
Vai ad Amazon clicca qui

Che cosa mangia l’axolotl in cattività?

In cattività l’axolotl può essere nutrito con alimenti facilmente reperibili, quali: lombrichi vivi, chironomus o artemie, tubifex, salmone, persico, trota cruda, latterini, alborelle di fiume, petto di pollo e pellet specifico per axolotl.

Non tutti gli alimenti devono essere salmistrati durante tutta la vita dell’axolotl, ad esempio i naupli di artemia verranno dati nella fase di accrescimento e mai agli axolotl adulti. Per saperne di più clicca qui

E’ importantissimo variare l’alimentazione dell’axolotl il più possibile: un’alimentazione monotematica con solo lombrichi o pellet porterà la tua salamandra ad avere carenze nutrizionali con conseguenti problemi di salute. In generale per tutti gli animali esotici variare gli alimenti si rivela essere sempre la chiave per un giusto equilibrio alimentare.

ATTENZIONE: conservare il pesce in freezer per lunghi periodi favorisce la produzione di un enzima che sul lungo periodo può causare problemi neurologici agli axolotl. Questa caratteristica si verifica maggiormente con tutti i pesci d’acqua salata. E’ perciò importantissimo esaurire tutte le dosi prima di somministrare un nuovo alimento.

Ciononostante è essenziale congelare ogni trancio di pesce per almeno 24/48h prima di somministrarlo alle salamandre, questo processo serve a “sterilizzarle” il taglio di pesce uccidendo batteri potenzialmente dannosi come la salmonella ed eventuali parassiti.

axolotl che cosa mangiano

Ogni quanto mangiano gli axolotl?

Un axolotl adulto dovrebbe mangiare circa 3/4 volte a settimana. L’ambystoma mexicanum ha un metabolismo molto lento e dargli da mangiare tutti i giorni (da adulto) porterebbe l’animale a sviluppare obesità e problemi metabolici. Una salamandra acquatica sub-adulta dovrebbe mangiare ogni due giorni per avere il giusto nutrimento per crescere. I baby axolotl al contrario devono mangiare tutti i giorni, per diminuire le forme di cannibalismo o automutilazione tra le larve.

Gli axolotl e il cannibalismo

E’ possibile se tieni più di un esemplare per vasca che gli axolotl si mutilino le zampe a vicenda, questo fenomeno è spesso causato dalla differenza di taglia tra i due esemplari. Approfondisci la convivenza axolotl qui

Cosa devi fare se i tuoi axolotl si sono mangiati le zampe? è semplice, devi solo aspettare che ricrescano da sole. E’ pericoloso tenere due axolotl di dimensioni diverse insieme nello stesso acquario poiché l’axolotl più grande potrebbe causare lesioni serie a quello più piccolo. Tuttavia questo comportamento è del tutto soggettivo al carattere dell’animale.

Questo è tutto, ora sapete axolotl cosa mangiano, per altre informazioni potete contattarmi sulla mia pagina di Instagram @tartaguida

Allevatore di animali esotici e appassionato di acquari ho creato il mio portale online per fornire le informazioni necessarie all'allevamento di rettili, anfibi e animali esotici. Diplomato in gestione dell'ambiente e del territorio mi batto per contrastare i pregiudizi e le notizie non verificate sugli exotic pets

You may also like...

10 Responses

  1. jaco ha detto:

    per sapere i prezzi bisogna contattare o mi sono perso qualcosa nel sito?

  2. Marco ha detto:

    Io gli do da mangiare circa 2 volte a settimana dato che vedo il mio esemplare un po panciuto, sto cercando di farlo dimagrire un poco. 2/3 lombrichi un giorno e pellet un’altro giorno. Vorrei provare anche con filetto di trota che vado a pescare in un laghetto vicino casa, ovviamente devo stare attento alle spine della lisca giusto? La pelle della trota devo anche rimuoverla o la digerisce tranquillamente?

    • wp_3564149 ha detto:

      Ciao! Stai seguendo una giusta dieta, sopratutto se lo vedi leggermente in sovrappeso. Il filetto di trota è ottimo puoi pulirlo e fornirglielo direttamente in piccoli cubetti (ogni tanto anche con la pelle). Accertati solo che le acque non siano inquinate e di conoscere la provenienza delle trote per evitare di esporre il tuo axolotl a malattie/inquinanti.
      Edoardo TartaGuida

  3. ANTONINO PIPARI ha detto:

    Una domanda un’axolotl quanto può rimanere senza mangiare. Grazie

  4. Paolo ha detto:

    Secondo voi posso dargli da mangiare degli insetti essiccati?

    • Edoardo ha detto:

      ciao, purtroppo no, nel senso: l’axolotl non è una salamandra come le altre è acquatica. Ergo mangia facilmente latterini, lombrichi, chironomus… non può essere alimentata ad esempio con grilli essiccati.

  5. Barbara ha detto:

    ciao 😊 avrei una domanda ho 2 axolotl presi insieme è messi insieme nella vasca solo che uno è più grande dell’ altro..ora è un Po di tempo che quello grande aggredisce quello piccolo infatti gli ha staccato 2 zampine,da cosa può dipendere?io adesso l ho divisi x paura che possa succedere di nuovo ho fatto bene?come devo comportarmi 😐😐grazie

    • Edoardo ha detto:

      Ciao, è un fenomeno normalissimo. Gli axolotl non sono animali aggressivi, non dipende dal carattere ma semplicemente da un istinto naturale. Tieni separato l’axolotl più piccolo finche non raggiunge quello più grande come taglia e nutri abbondantemente l’esemplare “aggressivo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *